Franz Kafka

Da un certo punto in avanti non c’è più modo di tornare indietro. E’ quello
il punto al quale si deve arrivare.

Kafka nacque in una famiglia ebrea di lingua tedesca della classe media a Praga, capitale del Regno di Boemia, allora parte dell’Impero Austro-Ungarico, oggi capitale della Repubblica Ceca.[7] Si è formato come avvocato e dopo aver completato la sua formazione legal è stato impiegato a tempo pieno da una compagnia di assicurazioni, costringendolo a relegare la scrittura al suo tempo libero. Nel corso della sua vita, Kafka ha scritto centinaia di lettere a familiari e amici intimi, incluso suo padre, con il quale ha avuto un rapporto teso e formale. Si fidanzò con diverse donne ma non si sposò mai. Morì nel 1924 all’età di 40 anni di tubercolosi.